Indice contenuto
    Add a header to begin generating the table of contents

    Uno dei momenti più belli nella vita di una donna è quando è in attesa di suo figlio.

    La gravidanza è un momento pieno di trepidazione, la dolce attesa di stringere tra le braccia quel bambino che si porta in grembo.

    Il desiderio di ogni futura mamma è di vivere al meglio questo tempo di attesa, prendendosi cura di se stesse e del proprio corpo che cambia.

    Ecco allora qualche piccolo consiglio per gestire quei dolori posturali, soprattutto alla schiena, che quasi tutte le future mamme hanno incontrato.

    mal di schiena in gravidanza

    Quanto è comune il mal di schiena in gravidanza

    Un aspetto diciamo “consolante” consiste nel sapere che avere dolori alla schiena in gravidanza è del tutto normale.

    Si calcola infatti che una percentuale tra il 50 e l’80% delle donne in stato interessante ne soffra, il motivo è facile da capire.

    Quando il feto comincia ad ingrossarsi, il corpo sente il bisogno di spostare il suo baricentro per sostenerne il peso.

     

    Questo spesso comporta che la futura mamma tenda ad assumere una postura sbagliata, in cui prende l’abitudine di tenere la pancia in fuori.

    Questo però non è un buon atteggiamento da adottare, in quanto si sforzano dei muscoli solitamente inattivi che si indolenziscono e possono creare dolori.

     

    Con il tempo, questi dolori potrebbero diventare cronici e trasformarsi in patologie più serie a carico della schiena.

    Solitamente i dolori alla schiena cominciano ad insorgere a partire dal quinto mese, ovvero quando il bambino comincia ad assumere dimensioni sensibili.

    Ci sono donne che possono cominciare a soffrire di questo disagio fin dall’ottavo mese, specie se sono già fisicamente predisposte ai dolori alla schiena.

    Motivi del mal di schiena in gravidanza

    Il primo motivo, il più ovvio, del mal di schiena in gravidanza, è quello che abbiamo appena spiegato, ed è l’aumento di peso.

    Ne consegue che un primo accorgimento che la donna incinta dovrebbe cercare di osservare (e non solo per il benessere della sua schiena) dovrebbe essere quello di avere premura di seguire una dieta da un nutrizionista per non aumentare troppo il peso.

     

    Ma ci sono anche altre ragioni per cui una donna incinta può cominciare a sentire dolori alla schiena.

    Il primo riguarda i cambiamenti ormonali.

    Il corpo femminile si prepara in molti modi ad accogliere la nuova vita che gli cresce dentro.

    Ad esempio, comincia a produrre un ormone che si chiama relaxina.

    La relaxina serve a far rilassare i muscoli e i legamenti delle pelvi, in modo tale che l’utero possa espandersi senza incontrare problemi.

    La conseguenza di questo, però, è che sono i muscoli della schiena ad essere maggiormente sollecitati man mano che il pancione cresce.

    Da ultimo, non bisogna trascurare l’inevitabile dose di stress a cui una donna è sottoposta durante la gestazione ed ha un ruolo non indifferente nelle tensioni muscolari che causano il mal di schiena.

     

    Leggi anche: Postura da stress

    Dove si avverte il mal di schiena in gravidanza

    Ci sono principalmente due punti del dorso di una donna incinta che possono essere investiti dal dolore causato dallo spostamento del baricentro e dagli altri motivi che abbiamo elencato.

    Il mal di schiena si può avvertire a livello della parte bassa della spina dorsale, quindi a livello lombare.

     

    Di solito da questa zona il dolore si irradia anche lungo una gamba, o entrambe, un po’ come quando si soffre di sciatalgia.

    Questo tipo di dolore si accentua qualora si debba restare in piedi per molto tempo, o se si siede o si dorme in una postura sbagliata.

    Vedremo infatti quanto possa essere di aiuto assumere una postura corretta per alleviare questi fastidi.

     

    In seconda istanza, il dolore potrebbe presentarsi anche a livello pelvico, quindi all’altezza dei glutei.

    Questo tipo di dolore solitamente non si irradia alle gambe, ma solo alle cosce.

    Se diventa molto intenso bisogna chiedere consiglio al medico o alla ginecologa, perché potrebbe essere causato da motivi diversi che non una semplice postura scorretta.

    Come combattere il mal di schiena in gravidanza

    Quando si soffre di un qualunque tipo di dolore, alcuni ricorrono agli antidolorifici, sempre sotto osservazione del proprio medico di fiducia.

    Chiaramente, durante la gravidanza è sempre bene evitare di assumere farmaci, così come durante la fase di allattamento successiva al parto.

    Questo vuol dire che bisogna soffrire in silenzio?

    Assolutamente no, perché i dolori alla schiena possono essere combattuti con rimedi assolutamente naturali che, oltretutto, possono giovare al benessere generale della mamma e del bambino.

     

    La prima strategia utile da adottare consiste nell’imparare a fare i movimenti giusti durante le faccende quotidiane.

    Una donna incinta, a meno che non abbia dei particolari problemi durante la gravidanza, può continuare a svolgere tutte le normali incombenze finché se la sente: però deve imparare a farlo in modo da non sovraccaricare ulteriormente la schiena già sottoposta a superlavoro.


    Ecco allora qualche suggerimento utile:

    • Quando si passa l’aspirapolvere, o ci si deve girare, non bisogna mai torcere il busto, ma far ruotare tutto il corpo. In questo modo si sforzano meno i muscoli dorsali.
    • Se si deve sollevare un oggetto, meglio chiedere aiuto a qualcuno se è molto pesante. In altri casi, mai chinarsi piegando la schiena, ma accovacciarsi piegando le ginocchia e tenendo il busto eretto.
    • Se si passano molte ore in posizione seduta, è sempre bene avere una sedia con lo schienale dritto e alto, a cui far aderire bene il dorso. I piedi devono sempre essere tenuti a terra, o al massimo sollevati usando un piccolo sgabello (specie se la donna non è molto alta o ha le gambe corte).
    • Quando ci si alza da una posizione sdraiata, bisogna sempre mettere prima le gambe a terra e poi sollevare il resto del corpo.

    Altri accorgimenti utili sulla postura corretta in gravidanza

    Si sa che le donne amano indossare i tacchi alti, ma ovviamente durante la gravidanza sono assolutamente sconsigliati in quanto non consentono di camminare con il massimo comfort.

    Allo stesso modo, però, sono sconsigliate anche le scarpe troppo basse, come le ballerine, perché anche questo tipo di calzatura ha l’esito di affaticare eccessivamente la schiena.

    L’ideale sarebbe indossare un po’ di tacco, mai più alto di quattro centimetri, e ovviamente scegliere sempre delle scarpe molto comode.

    Quando si cammina, bisogna avere cura di distribuire in modo uniforme il peso del corpo facendo passi misurati e cadenzati, senza mai affrettarsi troppo.

    Questo per quel che riguarda le attività diurne: ma non meno importante è curare il riposo notturno.

     

    Leggi anche: Come camminare bene con corretta postura e movimenti perfetti

    Come dormire per mantenere la postura corretta in gravidanza

     

    dolori schiena gravidanza letto

    Il materasso su cui deve dormire una donna incinta deve essere scelto con molta attenzione.

    Non deve essere troppo rigido, perché finirebbe per irrigidirne i muscoli, ma nemmeno troppo morbido, perché deve facilitare al mattino alzarsi anche con il pancione voluminoso.

    Poi è la donna che deve cercare di dormire nella posizione migliore per la sua schiena e anche per il suo bambino, indipendentemente da quali siano le sue solite abitudini.

     

    Assolutamente sconsigliata è la posizione supina, in quanto affatica troppo le giunture per via del peso del feto.

    Bisognerebbe invece sempre dormire sul fianco, possibilmente usando dei supporti in alcuni punti strategici del corpo.

    Ad esempio, è utile tenere un cuscino tra le ginocchia, che tenga un po’ sollevate le gambe.

    Inoltre è utile anche un cuscino dietro la schiena, che la sostenga.

    cuscino per gravidanza

    Al giorno d’oggi, in commercio è anche possibile trovare dei prodotti che servono proprio per dormire bene e quindi godere del massimo benessere.

    Le future mamme possono acquistare dei cuscinoni appositamente studiati che accolgono in modo confortevole tutto il corpo.

    Hanno la dimensione di una grande U, che sostiene testa, busto e gambe, permettendo di riposare nella posizione più giusta e confortevole.

    Come affrontare il lavoro in gravidanza

    postura corretta gravidanza lavoro

    Molte donne continuano a lavorare per gran parte dei nove mesi di gestazione: specialmente quelle che svolgono lavoro d’ufficio e quindi, almeno dal punto di vista del movimento fisico, non corrono rischi di interferire con la giusta crescita del feto.

     

    Non bisogna sottovalutare però i “pericoli” che si corrono anche lavorando in ufficio:  sono legati alla sedentarietà e alla necessità di trascorrere molte ore stando sedute.

    Se, in generale, è importante assumere la giusta postura stando alla scrivania o al computer, questo è ancora più vero quando si è in dolce attesa.

    Quindi bisogna sempre cercare di restare con la schiena diritta, usando sedie ergonomiche con schienale imbottito e braccioli regolabili.

    Bisogna anche cercare di spezzare l’orario lavorativo facendo delle piccole pause per sgranchire le gambe e muovere qualche passo nell’ufficio.

    Questo, oltre ad aiutare la schiena e l’apparato muscolo-scheletrico in generale, è di vantaggio anche per la circolazione sanguigna e combatte il gonfiore alle caviglie.

    Altri trucchetti per non soffrire di mal di schiena durante la gravidanza

    yoga gravidanza

    Ci sono casi in cui alle donne in gestazione viene prescritto il riposo assoluto; in tutti gli altri casi, quando non ci sono particolari criticità, è invece opportuno e utile fare un po’ di attività fisica.

    Ovviamente si parla sempre di ginnastica posturale molto dolce, con movimenti lenti e misurati che hanno soprattutto lo scopo di irrobustire i muscoli dorsali.

    Le attività da preferire sono lo stretching e lo yoga, che hanno un effetto benefico anche sullo stato d’animo della futura mamma.

    Camminare a passo lento è ugualmente utile, a patto sempre di fare attenzione e tenere la postura eretta e non far sporgere troppo in avanti la pancia.

    Infine, ci sono dei supporti che si trovano in commercio che possono essere di grande aiuto.

    Si tratta di fasce che vengono adattate alla pancia e la sostengono in modo naturale, evitando di sovraccaricare troppo i muscoli della schiena.

    Possono essere di grande aiuto soprattutto nelle ultimissime settimane di gestazione.

    Curare sempre la postura

    Molti degli accorgimenti che una donna deve seguire mentre è in dolce attesa sono legati al suo stato particolare: la postura, però, è qualcosa a cui bisognerebbe fare sempre attenzione per evitare problemi alla schiena.

    Questi problemi possono infatti cronicizzarsi e degenerare in disturbi più seri e invalidanti.

     

    Assumendo una precisa modalità comportamentale durante la gravidanza, sarà facile poi continuare a comportarsi alla stessa maniera anche dopo il parto, con vantaggio generale per il proprio complessivo benessere psicofisico.

    Si ricorda però che tutto quanto precedentemente scritto ha valore solo fintanto che i fastidi si limitano ad essere superficiali e legati ai cambiamenti in atto nel corpo.

    Qualora però i dolori siano persistenti o molto acuti, è sempre bene rivolgersi al proprio medico di fiducia per sincerarsi che non celino problemi di altra natura.

    Anche nel momento in cui si debba fare ricorso a farmaci o a terapie alternative, come ad esempio l’agopuntura, è sempre consigliabile non agire di propria iniziativa ma chiedere prima il consiglio e il parere di un medico che conosca l’anamnesi complessiva della donna in gravidanza.

    Condividi pagina