Indice contenuto
    Add a header to begin generating the table of contents

    Hai bisogno di rilassarti e di ritrovare il tuo equilibrio interiore?

    Per trovare la serenità e allo stesso tempo rinforzare la mente e lo spirito, puoi iniziare a praticare yoga, una disciplina antichissima di origini indiane che negli ultimi decenni sta letteralmente spopolando anche in occidente.

    Lo yoga, più che uno sport, è un allenamento dello spirito e del corpo, che può apportare diversi benefici a chi lo pratica con costanza.

    In questa guida, ti forniremo utili informazioni per poter conoscere più da vicino lo yoga e valutare se iniziare a praticarlo.

    praticare yoga

    La storia dello yoga

    Lo yoga è una delle più antiche pratiche di meditazione e rilassamento conosciute, difatti le sue origini risalgono addirittura al terzo millennio a.C. in un piccolo insediamento a ridosso del Pakistan.

    È solo nel periodo compreso fra il 1500 e il 1250 a.C. che troviamo delle tracce scritte sulla disciplina dello Yoga, contenute in un libro importantissimo per gli induisti, i Veda.

    In questi testi non vengono descritti le pratiche o i fondamenti dello yoga, ma solo alcuni effetti che può apportare questa attività fisica alla mente e alla concentrazione.

     

    Per poter reperire una vera e propria teorizzazione dello yoga, come lo conosciamo oggi, bisogna aspettare il II sec. a.C. quando vengono scritti gli Yoga-Sutra, 139 massime molto criptiche e misteriose che sintetizzano i principi cardine dello yoga.

     

    Con il passare dei secoli, lo yoga diventa una filosofia induista più che una disciplina sportiva, ed è solo nell’epoca medioevale che si sviluppa lo Hatha-yoga: una filosofa che alterna esercizi fisici, meditazione e respirazione per unire ed equilibrare il corpo e lo spirito.

     

    Pur essendo una filosofia di matrice induista, lo yoga è diventato una pratica molto amata dagli occidentali che sono soliti seguire dei corsi di Hatha Yoga, la tipologia di yoga più diffusa e amata.

    Principali tipi di yoga

    Per poter sceglierne il tipo più indicato per te, è opportuno conoscere quali sono le principali forme praticate in occidente.

    Lo yoga è ormai diventata una delle discipline più frequentate in Italia ed è nata anche la Federazione Italiana Yoga, che forma gli insegnanti yoga e regolamenta le varie forme di yoga praticate sul nostro territorio nazionale.

     

    Anche se le basi spirituali e gli esercizi delle diverse forme sono abbastanza simili, esistono alcune piccole differenze che possono indicarvi quale è il più adatto per te.


    I principali tipi di yoga praticati in Italia sono quindici, anche se esistono anche altri sottotipi, non molto noti e indicati per chi ha più esperienza.

     

    Se vuoi praticare lo yoga delle star, puoi scegliere di seguire un corso di Ashtanga yoga, un’attività molto fisica e dinamica, suddivisa in sei serie di difficoltà abbastanza elevata, che coinvolge soprattutto i muscoli, quindi indicata per chi vuole migliorare il proprio aspetto fisico.

     

    L’Hatha Yoga è sicuramente la forma di yoga più praticata e diffusa in Italia, sicuramente il più adatto per chi si avvicina a questa disciplina e vuole soprattutto migliorare il proprio equilibrio mentale, senza tralasciare anche l’aspetto fisico.

    Lo Hatha Yoga alterna pratiche di respirazione (pranayama) a posizioni fisiche (asana) e ha lo scopo principale di favorire la vitalità, l’equilibrio psico-motorio e a ridurre i livelli di stress.

     

    Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede il Power Yoga, che potremmo definire come un concentrato dell’Ashtanga e dello Hatha Yoga, anche se agisce molto di più sul corpo che sulla mente.

    Il Power Yoga viene praticato soprattutto per favorire il dimagrimento e migliorare il tono muscolare e le lezioni avvengono a ritmo di musica, quindi non il classico ambiente rilassante e meditativo che si associa allo yoga.


    In aggiunta a queste tre forme principali, ne troviamo molte altre:

    • Bikram yoga: la lezione si svolge in un ambiente riscaldato alla temperatura di 40° gradi e consiste nell’eseguire una serie di 26 posizioni, indicato per chi vuole migliorare il proprio corpo e allo stesso tempo eliminare le tossine;
    • Tantra Yoga: come suggerisce il nome, è quello praticato per migliorare la cosiddetta energia sessuale e si alternano esercizi fisici e tecniche di respirazione;
    • Yin Yoga: sicuramente il più adatto per ridurre i livelli di stress, si focalizza molto sulla respirazione e sulla ricerca del proprio equilibrio fisico;
    • Sivananda yoga, dal nome del suo ideatore ha lo scopo preciso di “servire, amare, dare, purificare, meditare e realizzare” ed è perfetto per chi vuole alternare pratiche meditative a esercizi di allungamento;
    • Yoga Senior o Donna: sono due tipologie di Yoga pensate per l’allenamento specifico degli anziani o delle donne; si alternano esercizi e posizioni tipiche dello yoga tradizionale a pratiche di rilassamento.


    Se non hai trovato tra queste tipologie di Yoga quello più indicato, puoi anche seguire dei corsi più specifici sviluppati dai più importanti maestri di yoga del mondo.

    I benefici per la mente e per il corpo

    Lo yoga ha conquistato milioni di persone, soprattutto perché apporta notevoli benefici alla mente e al corpo, infatti è stato anche inserito nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO ed è stata istituita una giornata mondiale dedicata a questa disciplina.

     

    Sono stati condotti numerosi studi scientifici per illustrare quali sono i benefici dello yoga e tutti concordano nell’affermare che una pratica costante migliora il benessere psico-fisico e contribuisce a ridurre alcune tensioni di natura muscolare o mentale.

     

    Lo yoga può essere praticato anche dai bambini, anzi molti medici lo consigliano per chi ha dei figli iperattivi, visto che contribuisce al rilassamento e favorisce la calma.

     

    Per quanto riguarda i benefici per il corpo, tramite la ripetizione di alcune posizioni specifiche, è in grado di migliorare l’equilibrio, la stabilità e la flessibilità dei muscoli, quindi è molto indicato per chi ha uno stile di vita sedentario o soffre di mal di schiena o cervicale.

     

    Le posizioni aiutano anche i bambini e gli adolescenti ad adottare una giusta postura e possono contribuire a potenziare alcuni muscoli della schiena, favorendone il giusto sviluppo.

    Potrebbe interessarti questo articolo: Sviluppo motorio nel bambino

     

    Per chi pratica un tipo di yoga incentrato sugli esercizi fisici, tale pratica può contribuire anche a ridurre il peso corporeo e a rendere i muscoli più sodi, elastici e flessibili, inoltre è ottimo per rinforzare le articolazioni e aumentare la solidità delle ossa.

     

    Si pratica lo yoga, anche se si soffre di stitichezza o di disturbi intestinali, visto che le posizioni contribuiscono ad allentare la tensione muscolare e ad eliminare i crampi o il dolore addominale.

     

    Tra i benefici non visibili a livello fisico, sono stati riscontrati notevoli miglioramenti per chi soffre di patologie cardiovascolari, difatti contribuisce a favorire la circolazione sanguigna e abbassa i livelli di adrenalina, una delle principali cause del battito accelerato o irregolare.

     

    Per chi pratica il Tantra Yoga, si possono ottenere notevoli benefici anche a livello sessuale e migliorare così la vita di coppia.

     


    Come abbiamo sottolineato, offre notevoli benefici anche a livello mentale:

    • migliora la concentrazione;
    • favorisce l’autostima;
    • allenta le tensioni mentali e contemporaneamente riduce i livelli di stress;
    • favorisce i pensieri positivi;
    • è indicato per chi soffre di attacchi di panico o per chi è affetto da depressione.
    • contribuisce ad aumentare la maggiore consapevolezza del proprio corpo;
    • indicato anche per donne in gravidanza, rinforzando i muscoli in vista del parto e allo stesso tempo contribuendo a favorire il rilassamento generale.

    Benefici dello yoga per gli sportivi

    Praticare yoga, come abbiamo sottolineato, apporta diversi benefici per la mente e per il corpo, ma non tutti sanno che è un valido alleato anche per chi pratica sport a livelli agonistici.

     

    Negli ultimi anni, sono tantissimi gli atleti che oltre a praticare la propria disciplina sportiva decidono anche di seguire dei corsi di yoga.

     

    Per gli sportivi, è ottimo per diminuire i livelli di stress e per migliorare la concentrazione, inoltre favorisce i pensieri positivi, diventando un valido alleato per chi sta per affrontare una gara o una competizione.

    Lo yoga, oltre ad allentare le tensioni muscolari, è in grado di migliorare l’equilibrio e la flessibilità, nonché la resistenza e la forza di alcune zone del corpo.

    Gli sportivi, possono ritrovare la pace interiore e incanalare i loro pensieri positivi verso il raggiungimento di alcuni obiettivi.

    Come praticare yoga: alcuni suggerimenti

    blank

    Se stai pensando di iniziare un corso di yoga, qualunque sia il tipo di disciplina scelta, è opportuno individuare un istruttore competente e qualificato, che sia in grado di illustrarti la pratica dello yoga e di assisterti durante le lezioni, rispettando i tuoi limiti e promuovendo le tue potenzialità.

     

    Lo yoga, a differenza di altre discipline, può essere praticato sia all’aperto che in palestra o addirittura a casa, difatti vi sono molti corsi video creati dai più importanti maestri.

     

    Il nostro consiglio è di iniziare l’approccio allo yoga in palestra, seguiti da un maestro, in questo potrai acquisire le tecniche di base e solo in seguito perfezionarle autonomamente.

     

    Se ti piace il contatto con la natura, molti corsi vengono svolti nei parchi cittadini o in spazi all’aperto, dovrai soltanto cercare quello più vicino a te.

    Lo yoga è un’attività molto impegnativa e i benefici compaiono solo dopo alcuni mesi, quindi è importante, essere costanti e non abbandonare alla prima difficoltà.


    Dopo aver individuato il corso adatto alle tue esigenze e aver concordato con l’istruttore il programma di allenamento, devi sapere che per praticare questa disciplina serve un abbigliamento adatto e soprattutto un tappetino.

    Non esiste un dress code per lo yoga, l’importante è scegliere indumenti comodi che ti consentano di muoverti liberamente e allo stesso tempo che si adattino al tuo modo di essere.

     

    Durante le lezioni, si assumono posizioni particolari, quindi evita top troppo scollati o che possano provocarti imbarazzo, ma opta per pantaloni e magliette semplici e non trasparenti.

    Lo yoga, pur essendo una disciplina diversa dal solito, che allena anche lo spirito, è comunque un’attività sportiva dove si suda e si consumano energie, quindi acquista solo indumenti traspiranti e in materiali leggeri.

     

    Per lo yoga non servono tanti attrezzi e strumenti, ti basterà un semplice tappetino, in alcune palestre lo forniscono ad ogni allievo, ma è sempre importante averne uno personale sia per igiene e anche per poterti esercitare a casa.

    Se sei alle prime armi, ti serviranno anche dei piccoli mattoncini o blocchi per yoga, che ti aiuteranno durante l’esecuzione di alcuni esercizi di allenamento.


    Il nostro consiglio finale per chi vuole iniziare lo yoga è di essere pazienti e aperti a nuove esperienze, potranno esserci tante difficoltà durante il percorso, ma i benefici ottenuti con la pratica, superano nettamente i sacrifici e gli sforzi.

    Controindicazioni dello yoga

    Come tutti gli sport che coinvolgono alcune parti del corpo, anche lo yoga può presentare alcune controindicazioni per chi lo pratica, soprattutto se si hanno delle patologie muscolari di grave entità.

    Durante la pratica, se l’esercizio o la posizione non viene eseguita correttamente o seguendo le indicazioni del maestro, possono verificarsi dei traumi o delle lesioni muscolari.

     

    Lo yoga è indicato per chi è in buona salute e ha ottime capacità motorie, soprattutto se si decide di seguire un corso di Power Yoga, vista la complessità degli esercizi, ma per questo consigliamo una visita dal tuo medico di fiducia per il via libera sano e sicuro .

     

    Se praticato con istruttori competenti e con la giusta consapevolezza dei propri limiti fisici, può essere un’attività sportiva indicata per qualsiasi fascia d’età.

    Se sei un principiante, è consigliabile iniziare con lo Hatha Yoga, meno fisico e più meditativo e poi continuare con le altre forme più impegnative fisicamente.

    Una selezione di prodotti utili consigliati da Vita Quality

    Condividi pagina