Indice contenuto
    Add a header to begin generating the table of contents

    È ormai un dato acquisito che l’attività fisica di qualsiasi tipo incide in maniera esponenziale sul benessere dell’organismo in quanto migliora non soltanto le prestazioni del corpo, ma anche quelle della mente.


    L’organismo ha infatti bisogno di rimanere in attività, sia per stare bene, che per prevenire molte patologie la cui incidenza risulta decisamente maggiore per chi svolge una vita sedentaria.


    I vantaggi dello sport per la salute riguardano molti settori, che sono:

    • apparato osteo-articolare,
    • metabolismo,
    • apparato respiratorio,
    • apparato cardio-circolatorio,
    • apparato gastro-intestinale
    • patologie croniche.


    Si può dunque affermare che per stare bene non bisogna rimanere stesi sul divano, ma al contrario è necessario praticare attività fisica, scegliendo ovviamente quella più adatta alle proprie esigenze.


    Anche se la scelta di “divanarsi” appare chiaramente più comoda, in realtà non è quella giusta perché contribuisce all’insorgenza di uno stato di malessere che si manifesta sia nel breve che nel lungo termine.

    motivazione sportiva

    Come trovare i fattori motivazionali per fare sport

    Dopo aver definito quale sport fare è indispensabile impostare un programma giornaliero di allenamento dato che la regolarità costituisce il presupposto fondamentale per raggiungere l’obiettivo.

    A questo proposito può essere vantaggioso prendere in esame alcuni fattori motivazionali, utili per rinforzare la volontà di praticare attività fisica.

    1. Farsi seguire da un Personal Trainer

    Affidandosi a un personal trainer si ha la certezza di poter contare sul supporto di un professionista del settore, in grado di guidare in maniera ottimale la pratica sportiva.

    Innanzi tutto questa figura di riferimento può individuare, in base alle competenze acquisite con preparazione ed esperienza, il tipo di attività fisica ideale per le singole esigenze.

    Lo scopo è quello di migliorare il benessere del soggetto, evitando inutili affaticamenti e soprattutto ottimizzando le risorse individuali.


    Dopo aver impostato un programma personalizzato, il trainer è chiamato a motivare il suo cliente, incoraggiandolo negli inevitabili momenti di crisi e rassicurandolo quando la fatica sembra essere eccessiva.

     

    Sotto la guida di un esperto diventa molto più facile raggiungere dei risultati, ottimizzare i tempi, ricevere informazioni mirate e seguire un programma di allenamento su misura.

    Un bravo personal trainer è in grado di stimolare il cliente nella maniera più adeguata, perché conosce sia i punti di forza che le debolezze di chi si affida alle sue cure.

    È possibile rivolgersi a un simile professionista sia iscrivendosi in palestra che effettuando una preparazione domiciliare, quando si dispone di poco tempo, inoltre è possibile anche farlo da remoto, tramite il web.

    2. Trovare lo sport più adatto

    Per trovare lo sport più adatto alle proprie esigenze è necessario valutare alcuni parametri come:

    • l’età,
    • la conformazione fisica,
    • il peso,
    • lo stato di salute,
    • le condizioni fisiche.


    Di solito si riescono a raggiungere gli obiettivi quando viene scelto uno sport da praticare con piacere e con passione, che rappresenta i principali requisiti per avere la determinazione richiesta.


    Gli scopi possono essere estremamente differenti:

    • tonificare i muscoli (nuoto, palestra),
    • perdere peso (fitness, corsa),
    • fare un gioco di squadra (basket, pallavolo)
    • muoversi a ritmo (danza).


    È indispensabile concentrarsi su quello che può essere il motivo per cui si decide di praticare un’attività sportiva, sia a livello amatoriale che agonistico, come ad esempio per vincere un campionato.

    3. Iscriversi in palestra con l'abbonamento

    L’iscrizione in una palestra presenta degli indiscutibili vantaggi in quanto offre l’opportunità di socializzare con altre persone che, con il loro operato, fungono da efficaci stimoli.

    Inoltre consente di utilizzare strumentazioni di vario genere, spesso di ultima generazione, che non sono disponibili presso un’abitazione privata (a parte rari casi in cui sia presente un’allestimento privato di questo tipo).


    La guida del personale specializzato costituisce un ottimo supporto per allenarsi in gruppo, magari sfruttando programmi collettivi estremamente efficaci.

    La possibilità di scambiare qualche parola con i partecipanti, spesso ricevendo incoraggiamento, oppure di rivolgersi all’allenatore in maniera diretta e personalizzata, offre altrettanti stimoli positivi.

     

    Anche dal punto di vista economico, l’iscrizione a una palestra, può essere un motivo di stimolo per non buttare via i soldi spesi.


    La certezza di avere un appuntamento fisso presso una struttura specializzata costituisce un ulteriore vantaggio perché aiuta a consolidare le proprie convinzioni e aumenta la motivazione di praticare sport.

     

    Il fatto di uscire di casa può infine offrire l’occasione per prendersi una piacevole pausa di evasione dopo una lunga giornata di impegni lavorativi e famigliari.

    4. Sport come abitudine e stile di vita

    Impostare una qualsiasi attività sportiva significa abituarsi a rispettare tempi e luoghi relativi ad essa, considerandola un piacevole impegno settimanale.

    In ogni campo infatti è necessario che lo sportivo mostri costanza, puntualità e perseveranza, per essere in grado di raggiungere gli obiettivi che si propone e che di solito coincidono con il proprio benessere.


    I principianti devono necessariamente stare attenti a non esagerare soprattutto nelle fasi iniziali, per consentire all’organismo di abituarsi gradualmente allo sforzo fisico.

    È soltanto con un allenamento costante e progressivamente più impegnativo che il corpo viene messo nelle condizioni di reagire adeguatamente al sempre maggiore impegno.

     

    Anche perché un inizio troppo impegnativo può portare ad un esaurimento altrettanto repentino di voglia e impegno.

    5. Porsi degli obiettivi a breve e lungo termine

    Praticare attività fisica aiuta a mantenersi in forma e quindi una motivazione validissima è quella relativa al desiderio di stare bene, di mantenere il proprio normopeso e di curare anche l’aspetto estetico.


    Sentirsi bene fisicamente incide positivamente anche a livello della sfera psico-emotiva in quanto aumenta l’autostima e la sicurezza in sé stessi; una persona in forma, tonica e scattante, non può che essere soddisfatta del suo aspetto.


    Molti disturbi psicologici derivano infatti da una non-accettazione del proprio corpo, in quanto considerandosi inadeguato un individuo è portato a convincersi di non essere accettato dagli altri.

     

    Tra i principali obiettivi che portano a decidere di fare sport c’é appunto quello di sentirsi accettati dalla società, una condizione che può limitare notevolmente la personalità di molti individui.

    Per intraprendere un percorso di questo genere è indispensabile avere la certezza di praticare l’attività sportiva più adatta alle proprie necessità, che riesca a valorizzare al massimo le singole potenzialità.


    Bisogna incominciare gradatamente, senza sforzarsi, per non affaticare l’organismo che non è ancora abituato a fare movimento; una volta incominciata, qualsiasi attività fisica presuppone un progressivo potenziamento.


    È molto importante che l’obiettivo sia concreto e realizzabile in quanto altrimenti subentra immediatamente un dannoso senso di sconfitta e di frustrazione, in grado di condizionare la buona riuscita del programma.

    6. Allenarsi in compagnia

    Una qualsiasi pratica sportiva può trasformarsi in un’ottima opportunità per socializzare con altre persone, accomunate dal medesimo desiderio di mantenersi in forma.


    Che sia uno sport praticato in palestra, una corsetta al parco, una partita di tennis, oppure una piacevole passeggiata, qualsiasi genere di attività fisica presuppone la possibilità di condivisione.


    Si può fare sport con persone già amiche oppure con sconosciuti con cui si entra in contatto e che possono trasformarsi in buone conoscenze, a cui ci si sente affini per le medesime finalità.


    Allenarsi in compagnia è piacevole e rilassante perché consente di affrontare con maggiore consapevolezza anche gli ostacoli più impegnativi in quanto non ci si sente soli e ci si sprona a vicenda.

    7. Attività sportiva per i più piccoli

    Per i più piccoli l’allenamento sportivo viene vissuto più come fenomeno ludico, in grado di contribuire a migliorare la socializzazione verso i coetanei e a potenziare il rapporto con gli adulti che li seguono.


    Oltre alla scuola infatti l’ambiente sportivo costituisce un importante mezzo di aggregazione utilissimo per migliorare la personalità dei bambini, in particolare di quelli portati alla timidezza e all’isolamento.


    In molti casi la pratica sportiva può rappresentare anche un ottimo metodo educativo che riesce a trasmettere al bambino la cognizione della disciplina, dell’ordine e dell’accettazione dei propri limiti.


    Un errore da non correre è quello di non stimolare eccessivamente il piccolo sportivo, incentivando troppo la sua competitività; durante l’infanzia infatti lo sport è sostanzialmente un mezzo per divertirsi in compagnia di amici.

    8. Seguire degli idoli o atleti sportivo che ammiriamo

    Spesso si rivela vantaggioso documentarsi sugli sport, magari leggendo pareri e consigli di atleti famosi e seguendo la loro carriera e i loro successi.

     

    Un idolo sportivo si rivela spesso molto più incisivo di tanti discorsi, in quanto una frase pronunciata dal proprio idolo/campione preferito può offrire una carica emotiva enorme.

    Sentirsi accomunati dalle medesime passioni sportive contribuisce a rinforzare la volontà personale di ottenere dei risultati positivi.

    9. Video motivazionali

    You Tube costituisce un mezzo di estrema efficacia per venire a contatto con vari sport.

    I video sono seguiti da numerosi utenti che, basandosi sulle prestazioni dei campioni delle varie discipline atletiche, vengono motivati nel proprio settore sportivo.


    Sfruttando il richiamo delle star è possibile trarre interessanti spunti di riflessione, video che aumentano la carica emotiva e ti fanno alzare dal divano.

    Ecco alcuni esempi di video motivazionali che puoi trovare:

     

    10. Valutare se allenarsi a casa oppure in palestra

    Uno dei principali dilemmi per chi si appresta a praticare un’attività sportiva è quello se rimanere tra le quattro mura di casa oppure recarsi in palestra.

    Come accennato sopra la palestra offre numerosi vantaggi sia per quanto riguarda la disponibilità di attrezzature di ultima generazione, sia per l’assistenza da parte di personale specializzato, sia infine per la possibilità di socializzare facendo sport in compagnia.

    L’unico svantaggio derivante dall’iscrizione in palestra è quello dell’impegno di tempo che tale attività richiede, cioè la strada da percorrere e gli orari da rispettare.

    Coloro che non dispongono di tempo sufficiente possono pertanto optare per la soluzione di fare sport presso la propria abitazione.


    In questo caso bisogna porre tutta l’attenzione sulla propria volontà e alle motivazioni personali che devono essere particolarmente forti per garantire una continuità operativa.

    La scelta dipende principalmente dal singolo carattere in quanto alcune persone si concentrano nella solitudine e nell’isolamento della propria abitazione anche per quanto concerne lo sport, mentre altre hanno bisogno di stare in mezzo agli altri per praticare qualsiasi attività sportiva.

    come trovare la motivazione sportiva

    Bisogna comunque essere consapevoli che, come per la maggior parte degli obiettivi da raggiungere, anche in questo caso è necessario un impegno personale, una valida motivazione e una forte volontà.

    Ricordando che, anche se il richiamo del divano e di tutte le comodità che offre sembrano la strada migliore, soltanto praticando una moderata attività sportiva è possibile mantenere in buona salute sia il corpo che la mente.

    Anche se inizialmente è facile provare un poco di sconforto nel timore di non essere in grado di raggiungere nessun obiettivo, bisogna comunque non cedere alle lusinghe del divano!

    Condividi pagina